E adesso la pubblicità

Claudio Baglioni - 1985

Tu dietro un vetro guardi fuori
lungo il luccichio dei marciapiedi
e la gente si è dissolta nella sera.

Tua madre altezza media sogni medi
che sbatte gli occhi da cammello
e non si è rassegnata e neanche spera.

Un cespuglio di spini tuo fratello
che pensa sulle unghie delle dita
appitonato con un’aria da bollito.

Tuo padre mani da operaio a vita
che ride e gli si spacca il viso
impallidito di tv.

Tu fretta di vivere qualcosa
e ogni cosa è già un ricordo liso
e adesso la pubblicità.

Tu e le tue voglie imbottigliate,
occhi come buchi della chiave
ed un’ansia indolenzita sotto neve bianca.

Tuo padre aspetta sempre qualche nave
funambolo sul filo del passato
e cena insieme a una bistecca stanca.

Tuo fratello è un grammofono scassato
un fiume di pensieri in fuga
si specchia in un cucchiaio e fa una bocca storta.

Tua madre si rammenda qualche ruga
e una domanda di dolcezza
che porta in tavola e va via.

Tu nascosta in fondo a un’amarezza
a far finta che il mondo sia un bel posto
e adesso la pubblicità.

Ma che giorno è tutti i giorni
ed una sera ogni sera
e questa sera come le altre
che si siede accanto e non c’è niente che ritorni
niente allegria e nessun cerino
per dare fuoco a tutto quanto.

Tu in quella schienuccia di uccellino
che si curva e si vedono gli affanni
dei tuoi domani e dei tuoi pochi anni.

Tuo padre si strofina le mascelle
come impanate nella barba
una sigaretta in mezzo ai denti e lui ci parla intorno.

Tua madre che si sveglia a strappi e scuote
tutta la polvere di un giorno
senza persone e novità.

Tuo fratello scemo che dà uno spintone
al tuo cuore rovesciato come tasche vuote
e adesso la pubblicità.

Oggi è quasi un secolo di noia
che si fa domani e dopo
e poi nei prossimi vent’anni
figli di speranze per un attimo di gioia
la città di antenne e cielo
e luci grigie delle stanze.

E la notte cade come un telo
a smorzare gli occhi ed i televisori
e tu dietro un vetro guardi fuori.

And Now For a Commercial Break

Translated by: Francesco Ciabattoni

You look outside the window
along the shine of the sidewalks
as passersby vanish into the night.

Your mother, average height, average dreams
flaps her camel’s eyes,
she is not giving up or keeping to hope.

A bush of thorns, your brother
thinks upon his fingernails, coiled-up
with a look like meat stew on his face.

Your father, hands of a life-time factory worker,
laughs and his face cracks
in the pale light of the TV.

You, eager to live anything
and everything is already a fading memory
and now for a commercial break.

You and your bottled-up desires,
eyes like key holes,
and a painful anxiety under white snow.

Your father, always waiting for some ship,
a rope artist balancing on the thread of the past,
dines with a worn-out steak.

Your brother is a broken gramophone,
a stream of rushing thoughts
looks at himself into a spoon and pulls a wry face.

Your mother mends a few wrinkles
and brings a question of kindness
to the table, then leaves.

You, hiding at the bottom of bitterness,
pretending the world is a nice place
and now for a commercial break.

What day is it, every day?
and a night every night
and tonight like any other
sitting next to you and there is nothing
coming back with happiness, no match to light
and set it all on fire.

​You, in a bird-skinny back,
that bends and reveals your worries
for your tomorrows and for your few years of age.

Your father rubs his chin,
breaded into his beard,
biting his cigarette, he’s talking around it.

​Your mother wakes up in tugs and shakes
all the day’s dust
with no people or news.

Your brother foolishly shoves
your heart, which is turned inside-out like an empty pocket
and now for a commercial break.

Today it’s been almost a century of boredom,
that is turning full tomorrow and every day after that
for the next twenty years
children of hope for one brief moment of joy,
the city made of tv antennas in the sky
and grey lights from people’s windows.

And the night falls like a blanket
turning off eyes and TV sets alike,
you behind a window pane look outside.