Contessa

Paolo Pietrangeli (1966)

Che roba Contessa
all’industria di Aldo,
han fatto uno sciopero quei quattro ignoranti,
volevano avere i salari aumentati,
dicevano pensi, di essere sfruttati.
E quando è arrivata la polizia
quei quattro straccioni han gridato più forte,
di sangue han sporcato il cortile e le porte, chissà quanto tempo ci vorrà per pulire.

Compagni dai campi e dalle officine
prendete la falce e portate il martello
scendete giù in piazza e picchiate con quello
scendete giù in piazza e affossate il sistema.

Voi gente per bene che pace cercate,
la pace per fare quello che voi volete,
ma se questo è il prezzo vogliamo la guerra,
vogliamo vedervi finire sottoterra.
Ma se questo è il prezzo lo abbiamo pagato,
nessuno più al mondo dev’essere sfruttato.

Sapesse contessa che cosa mi ha detto un caro parente dell’occupazione,
che quella gentaglia rinchiusa là dentro di libero amore facea professione.
Del resto mia cara, di che si stupisce, anche l’operaio vuole il figlio dottore
e pensi che ambiente ne può venir fuori, non c’è più morale contessa.

Se il vento fischiava ora fischia più forte,
le idee di rivolta non sono mai morte,
se c’è chi lo afferma non state a sentire
è uno che vuole soltanto tradire.
Se c’è chi lo afferma sputategli addosso,
la bandiera rossa ha gettato in un fosso

Countess

Translated by: Francesco Ciabattoni

It’s unbelievable, Countess,
that at Aldo’s factory
those few idiots have gone on a strike
they demanded their salaries be increased
and claimed – just imagine! – they are being exploited.

And when the police arrived
those ruffians shouted louder,
and dirtied the yard and doors with their blood,
who knows how long it will take to clean up.

Comrades in the fields and in the factories,
take up the sickle, bring the hammer
get out in the streets and use them
get out in the streets and sink the system!

You, well-to-do people, who want peace,
Peace to do what you want,
If this is the price, we want war
We want to see you end up in the ground
If this is the price, we’ve paid it
No one in the world must ever be exploited again.

If you knew, countess, what a dear relative told me about the occupation,
That that rabble who locked themselves inside
Professed free love.
But after all, my dear, why are you surprised. Even the factory worker now wants his children to graduate; just imagine what kind of society can result from this, there is no morality anymore, countess!

If the wind used to blow, now it blows harder
Ideas of revolution never died,
Do not listen to who says so,
He’s just some traitor.
Those who say so, spit on them:
he has thrown the red flag in a ditch.