La canzone è una cover della famosa “If I had a Hammer” di Pete Seeger, ma il testo italiano, con la versione da “urlatrice” di Rita Pavone ne è una versione assai più edulcorata. Pete Seeger scrisse ed eseguì per la prima volta “If I Had a Hammer” nel 1949 in sostegno del partito comunista americano che in quel periodo veniva contrastato e attaccato per via dello Smith Act. La canzone, tuttavia, riscosse molto successo dalla fine degli anni ’50 e fu registrata da diversi artisti quali Peter, Paul and Mary (alla quale la versione italiana è musicalmente più indebitata), Wanda Jackson e Johnny Cash con June Carter.

Ascolta la versione di Rita Pavone e poi quella originale di Pete Seeger e spiega le differenze nel testo, nella musica, nell’interpretazione e nella generale presentazione della canzone.